MINI BRIOCHE

Tra le ricette che più amo sperimentare, ci sono loro, i lievitati! E le mie MINI BRIOCHE sono davvero dei bocconcini di morbidezza!

Ho pensato ai miei soffici maritozzi , che tanto piacciono ai bambini, e ho voluto dare una forma più “accattivante”, una forma che in qualche modo invitasse all’assaggio!

Avevo da tempo uno stampo in silicone, di quelli che solitamente vengono usati per la panna cotta o per i budini monoporzione, ho lasciato lievitare le palline al loro interno e in cottura hanno preso questa bellissima forma !

Da piccola la mia merenda preferita era maritozzo con la Nutella! Inutile dirlo, ma credo che sia senza dubbio tra le merende preferite di grandi e bambini!

Queste MINI BRIOCHE sono senza ripieno, anziché usare il classico zucchero a velo da spolverizzare in superficie ho decorato con una glassa semplicissima e una pallina di ribes che con il suo sapore leggermente aspro è il perfetto contrasto alla dolcezza delle MINI BRIOCHE!

Appena le ho sfornate il piccolo di casa mi fa ” ma mamma….ma sono bellissimi! Sembrano tanti palloncini fiorellinosi!” .

Ecco, chiamatele MINI BRIOCHE, maritozzi, merendine, pan brioche  o perché no “palloncini fiorellinosi”, potete chiamarli come preferite, ma sono certa che farete la gioia dei vostri piccoli!

 

MINI BRIOCHE

INGREDIENTI per circa 15 mini brioche:

  • 250 g di farina con w 350,
  • 100  g di zucchero a velo,
  • 75 ml di latte,
  • 50 g di burro morbido,
  • 50 g di zucchero semolato,
  • 8 g di lievito di birra,
  • la scorza grattugiata di un limone biologico,
  • 1 uovo,
  • un pizzico di sale,
  • un grappolo di ribes,
  • burro per gli stampini.

 

PROCEDIMENTO :

Sciogliete il lievito di birra nel latte tiepido, unite 50 g di farina e mescolate bene fino a formare una pastella senza grumi ( polish). Tenete da parte e lasciate riposare per circa 40 minuti.

Trascorso il tempo mescolate in una ciotola i restanti 200 g di farina con la pastella ( polish ) , unite lo zucchero e impastate. Dopo qualche minuto unite un pizzico di sale, l’uovo e la scorza grattugiata del limone.

Infine unite il burro morbido a piccoli pezzi un pò alla volta e lasciando assorbire completamente. Impastate fino ad ottenere un composto liscio ed elastico.

Lasciate il panetto così formato in una ciotola coperta con pellicola alimentare o con un canovaccio e lasciate lievitare fino al raddoppio del suo volume ( circa 3 ore ).

Riprendete il panetto lievitato, formate tante palline di circa 25/30 g di peso ciascuna e adagiatele nello stampo di silicone precedentemente imburrato ( io ho usato due stampi con 8 forme monouso al suo interno, ottenendo così 16 mini brioche).

Lasciate lievitare per un’altra ora circa, coprendo lo stampo in silicone con un canovaccio umido.

Accendete il forno a 180°C e infornate per circa 15 minuti, abbassate poi la temperatura fino a 160°C e proseguite per altri 10/15  minuti.

Sfornate, lasciate raffreddare su una gratella e intanto preparate la glassa.

Setacciate lo zucchero a velo, unite un cucchiaio di acqua e mescolate fino ad ottenere una glassa della giusta consistenza (dovrà formare il classico “nastro” sollevando il cucchiaio).

Decorate quindi le MINI BRIOCHE con la glassa così ottenuta e con una pallina di ribes! Lasciate asciugare per una mezz’oretta e servite !

Titolo
Nome Ricetta
MINI BRIOCHE
Pubblicato il
Tempo Preparazione
Tempo Cottura
Tempo Totale
Print Friendly, PDF & Email
(Visited 292 times, 1 visits today)

Ti potrebbe interessare anche...

5 Commenti
  • Marianna

    19 giugno 2018 at 10:21 Rispondi

    Felice di aver trovato questo blog vorrei chiederti come conservare queste bontà perché nelle bustine per alimenti solitamente i lievitati mi rilasciano umidità e non ho ben capito se è un errore di lavorazione o se la conservazione non è da farsi nelle bustine di plastica. Attendo tue e Grazie anticipatamente

    • Tamara

      19 giugno 2018 at 10:36 Rispondi

      Ben trovata allora Marianna!!
      Grazie mille! Allora, verissimo, nel sacchetto di plastica spesso si crea umidità, umidità dato anche dallo stesso zucchero del lievitato! Comunque puoi provare a metterli anche nelle scatole di latta, o comunque in scatole ermetiche! Se pensi di non mangiarli subito poi, puoi sempre congelarli e scongelarli a temperatura ambiente appena avrai voglia di consumarli! Un abbraccio, e a presto!! Tamara

  • Marianna

    19 giugno 2018 at 11:48 Rispondi

    Grazie mille
    Mi consigli di congelarli da cotti?

    • Tamara

      19 giugno 2018 at 12:03 Rispondi

      Assolutamente si cara….
      vedrai…una volta scongelati a temperatura ambiente per qualche ora saranno come appena fatti 😉

  • Marianna

    19 giugno 2018 at 13:09 Rispondi

    Grazie

Inserisci un commento