TORTA PARADISO

Se pensiamo alle torte classiche, alle torte delle nostre nonne, a quelle che da sempre accompagnano la merenda di grandi e piccini, ci tornano in mente tutte le torte semplici, fatte con pochi ingredienti sani e genuini e tramandate di generazione in generazione. Proprio come la TORTA PARADISO, di cui oggi , nel CALENDARIO DEL CIBO ITALIANO, celebriamo la sua giornata nazionale. La nostra amica Lorenza A.A. Lisanti , del blog ” Bazzicando in cucina“, ci racconta sul sito AIFB come nasce e come si è poi tramandata una delle torte più buone di sempre.

tortaparadisoARTOR

Esistono numerose leggende legate alle sue origini, la più fantasiosa narra di un frate della Certosa di Pavia che, avuta la ricetta da una giovane sposa, la ripropose ai suoi confratelli i quali, deliziati dalla bontà del dolce, lo chiamarono appunto “paradiso”.

Altri,  vogliono attribuire la “paternità” della TORTA PARADISO, al pasticcere Enrico Vigoni, che aperta la sua bottega nel 1878 a Pavia, creò su commissione del Marchese Cusani Visconti, una torta friabile, speciale e dagli ingredienti sapientemente dosati affinché la stessa si mantenesse inalterata per giorni.

Molto simile alla torta margherita, ma con una concentrazione maggiore di burro che la rende particolarmente gustosa, la TORTA PARADISO era originariamente preparata senza lievito. Essa prevede l’utilizzo di uova per la lievitazione e di fecola di patate per rendere più soffice e leggero l’impasto. Oggi si tende ad aggiungere un poco di lievito per evitare sorprese e per ottenere un dolce ancor più soffice. La presenza piuttosto importante di burro la rendono particolarmente gustosa e fanno sì che si sciolga in bocca.

Come vi accennavo prima, la TORTA PARADISO ha pochi ingredienti, semplici e genuini, che sapientemente dosati la rendono tra le torte più conosciute della tradizione gastronomica italiana.

TORTA PARADISO

INGREDIENTI :

  • 300 g di zucchero semolato,
  • 300 g di burro a temperatura ambiente,
  • 150 g di farina “00”,
  • 150 g di fecola di patate,
  • 6 tuorli,
  • 4 albumi,
  • 1 bustina di lievito istantaneo per dolci,
  • la scorza grattugiata di un limone biologico,
  • zucchero a velo per la superficie.

tortaparadisoARTVERT

 

PROCEDIMENTO : Con l’aiuto delle fruste elettriche lavorate a lungo il burro con lo zucchero, fino ad ottenere un composto cremoso ed omogeneo. Successivamente unite un tuorlo alla volta, avendo cura di far assorbire bene il precedente prima di aggiungere il successivo.

Setacciate insieme la farina, la fecola e il lievito ed unite al resto del composto. Aggiungete infine la scorza grattugiata del limone ed amalgamate bene il tutto.

A parte montate gli albumi a neve ben ferma ed incorporateli al composto con movimenti delicati dal basso verso l’alto per non smontare il tutto. Versate l’impasto in una tortiera di cm 28 precedentemente imburrata ed infarina e infornate a forno già caldo a 180° C per circa 45 minuti.

Sfornate, lasciate raffreddare su una gratella e solo quando sarà completamente fredda potete guarnire la TORTA PARADISO con dello zucchero a velo…..e buona merenda a tutti!

tortaparadisoFINEART

Print Friendly, PDF & Email
(Visited 796 times, 1 visits today)
Titolo
recipe image
Nome Ricetta
TORTA PARADISO
Pubblicato il
Tempo Preparazione
Tempo Cottura
Tempo Totale
3 Commenti
  • Cristina Tiddia

    21 Agosto 2016 at 9:43 Rispondi

    Verissimo Tamara, le torte morbide dai gusti semplici e delicati sono quelle che ricorderemo sempre! Bellissima la tua torta paradiso!

  • Lory

    21 Agosto 2016 at 10:10 Rispondi

    Nella sua semplicità, questo dolce ha veramente qualcosa di paradisiaco :o)
    Grazie per aver contribuito e arricchito questa Giornata Nazionale con la tua versione della Torta!
    Buona Domenica,
    Lory

    • Tamara

      31 Agosto 2016 at 16:01 Rispondi

      Grazie mille!

Inserisci un commento