PANE CON NOCI E FICHI – Ricetta regionale Marche

Ogni regione ha i suoi dolci tipici, soprattutto  legati alle varie Festività . Il pane con noci  e fichi assomiglia di più ad un dolce e nella mia regione viene fatto intorno al periodo Natalizio. Ricordo che a casa era la mia nonna che lo faceva, con i fichi raccolti e lasciati essiccare, con le noci e l’uvetta sultanina! Un pane dolce e morbido che mantiene il suo sapore unico per diversi giorni!

PANE CON NOCI E FICHI – Ricetta regionale Marche

INGREDIENTI :

  • 500 g di farina ( Io ho usato la farina biologica macinata a pietra dell’ “Antico Molino Santa Chiara “ ),
  • 300 ml di acqua,
  • 160 g di lievito madre rinfrescato ( in sostituzione un panetto di lievito di birra),
  • 1 cucchiaino di miele,
  • un pizzico di sale,
  • 125 g di uvetta sultanina,
  • 200 g di fichi secchi,
  • 125 g di noci,
  • un pezzo di scorza d’arancia.

 

PROCEDIMENTO : Lasciate sciogliere il lievito nell’acqua tiepida, unite il miele, il sale, impastate e aggiungete la farina a poco a poco. Unite l’uvetta lasciata rinvenire in acqua tiepida per circa 10 minuti e strizzata bene, i fichi secchi tagliati a pezzetti, le  noci tritate e la scorza d’arancia fatta a pezzetti piccolissimi. Coprite con un canovaccio e lasciate lievitare nel forno chiuso per almeno 4 ore ( se usate il lievito di birra saranno sufficienti 2 ore ). Trascorso il tempo necessario riprendete l’impasto, dividetelo in due panetti, disponeteli  su di una placca infarinata e incideteli  con una croce.

panefichi1

Chiudete di nuovo nel forno spento e lasciate lievitare per altre 2 ore circa. Ora cuocete le pagnottine a 250 ° a forno già caldo in modalità ventilato per circa 30 minuti….sfornate e consumate anche tiepido, sarà buonissimo!!

panefichiEVI

Titolo
recipe image
Nome Ricetta
PANE CON NOCI E FICHI
Pubblicato il
Tempo Preparazione
Tempo Cottura
Tempo Totale
Voto Medio
31star1star1stargraygray Based on 14 Review(s)
Print Friendly, PDF & Email
(Visited 12.931 times, 131 visits today)

Ti potrebbe interessare anche...

3 Commenti
  • cinzia

    9 dicembre 2013 at 10:52 Rispondi

    oggi lo faccio!!!

  • Tony

    19 dicembre 2014 at 14:24 Rispondi

    Purtroppo il pane è venuto gnucco,lo si può notare dalle foto. Questo perchè hai usato una farina di tipo 2,cioè macinata a pietra con un valore W basso. Il mio consiglio è quello diusare una farina Manitoba o una farina che contenga un valore W tra i 320-380,cioè contenente piu gluteina e glutanina. In pratica sono farina che riescono a tratterene meglio l’aria prodotta dalla lievitazione così il pane ti diventa ben lievitato.

    • Tamara

      19 dicembre 2014 at 17:17 Rispondi

      Ciao ! Grazie del consiglio , ma al tempo delle nonne la Manitoba non esisteva e si faceva il pane con farine pure e biologiche macinate a pietra , proprio come quella che ho usato io. Purtroppo l’era moderna fa largo uso di farine commerciali come la manitoba, ma a discapito della nostra salute. Il consiglio che do a tutti è quello di cercare di tornare ad un pane di uba volta : gnucco cone lo hai chiamato tu, ma di certo più sano e genuino… 😉

Inserisci un commento