TAPAS ROSSO RUBINO

Siamo alla sfida n.60 MTChallenge e mai come in questo mese sono entrata in crisi! La Mai Esteve del blog “Il colore della curcuma, vincitrice della sfida sugli gnocchi, ha proposto per questo mese le TAPAS!

Mai mangiate…. e si, lo so,  mea culpa! Le tapas rappresentano al meglio la tradizione culinaria spagnola! Ma nell’unica sosta che ho fatto anni fa a Barcellona, brevissima sosta di una giornata, mi sono lasciata sfuggire questo ben di Dio.

Sono stata a pensare per giorni interi da dove cominciare, se da un ingrediente o da un colore, se dalla tradizione o dall’originalità. Avevo pensato di saltarla questa sfida, troppo lontana dalla mia “cultura” e dalla mia conoscenza gastronomica. Poi, al mercato, incontro delle bellissime melagrane e penso “… io non ho nessuna ricetta con questo frutto!”. Ok, la uso per la sfida delle TAPAS.

tapasrossorubinovert2

Ma la nascita delle tre ricette che vanno a comporre questa mia proposta è stata anch’essa lungamente sofferta, essendo un frutto mai usato nella mia cucina, è stato ancor più complicato riuscire a trovare il giusto abbinamento con altri ingredienti. Il filo conduttore che unisce TAPA, PINCHO E MONTADITO è la melagrana, ecco da cui il nome TAPAS ROSSO RUBINO.

tapasrossorubinomelagrana

Ma per i molti, come me, che non hanno lontanamente idea di cosa stiamo parlando, una breve spiegazione è d’obbligo :

  • le Tapas propriamente dette, sono quelle che si mangiano seduti, in un piattino. Nella gara vanno intese come piccole porzioni di un piatto intero: non qualcosa che nasce come finger food, quindi, ma qualcosa che lo diventa, per  necessita’.
  • I Pinchos (da non confondere con i Pintxos baschi) sono finger food che si infilzano con uno stuzzicadenti- di ogni foggia e misura-  e si mangiano in piedi, al bancone del bar. Quindi, a differenza delle Tapas, i Pinchos nascono per essere mangiati in un solo boccone, con piena fantasia nella scelta degli ingredienti.
  • i Montadito sono fettine di pane o panini mignon su cui viene assemblato ogni ben di Dio, a seconda della fantasia di chi li prepara. Essenziale, quindi, e’ il pane.

Fatta questa doverosa premessa, vi dico anche che per la sfida n. 60 I partecipanti hanno l’obbligo di preparare 3 ricette ( tapa, pincho e montadito ) che vanno a comporre LE TAPAS!

Ora che credo di aver spiegato bene l’origine di questa mia ricetta, andiamo a preparare le TAPAS ROSSO RUBINO!

 

Con questa ricetta partecipo alla sfida n.60 MTChallenge:

tapas

 

INGREDIENTI PER  LA TAPA – Risotto alla melagrana :

  • 50 g di riso,
  • olio extravergine di oliva,
  • 30 ml di succo di melagrana,
  • qualche fettina di cipolla di Tropea,
  • 30 ml di vino rosso,
  • qualche mestolo di brodo vegetale,
  • 50 g di pecorino grattugiato,
  • una noce di burro per mantecare,
  • i chicchi di una melagrana,
  • 1 cucchiaio di farina di pistacchio.

tapasrossorubinovert

PROCEDIMENTO PER LA TAPA: Versate un filo d’olio extravergine di oliva in un tegame, unite la cipolla tagliata a fettine sottili. Appena la cipolla comincia ad appassire unite il riso e il succo della melagrana, mescolando per circa 3 minuti lasciando tostare il riso. Sfumate con il vino rosso a fuoco vivace lasciando che evapori. Coprite il riso con il brodo vegetale e lasciate cuocere a fuoco dolce, mescolando di tanto in tanto e aggiungendo altro brodo se fosse necessario. Una volta giunto a cottura, spegnete il fuoco, unite il burro e pecorino per mantecare e infine la melagrana a chicchi. Mescolate ed versatene un mestolo in una ciotolina, ultimate con della farina di pistacchio! La vostra TAPA è servita!

tapasrossorubinoalto

INGREDIENTI PER PINCHOS – Polpette di mortadella alla melagrana e pistacchio: 

  • 100 g di mortadella a pezzetti,
  • 100 g di farina di pistacchio,
  • 50 ml di succo di melagrana,
  • 1 stecco di legno lungo per infilzare.

 

PROCEDIMENTO PER I PINCHOS: Tagliate la mortadella a piccoli dadini e frullatela per bene, fino a renderla un composto cremoso. Formate delle palline passando il composto nel palmo delle mani e immergetele nel succo di melagrana. Infarinatele successivamente con della farina  o granella di pistacchio. Lasciatele riposare in frigo per almeno 30 minuti affinché il composto si stabilizzi, infilzate le polpette con uno stecco di legno e anche i PINCHOS sono pronti!

tapasrossorubinopinchos

INGREDIENTI PER MONTADITO – Straccetti di manzo al radicchio, cipolla di Tropea e melagrana :  

  • 70 g di straccetti di manzo o vitello,
  • qualche fettina di cipolla di Tropea,
  • un cucchiaio di olio extravergine di oliva,
  • mezzo radicchio rosso,
  • sale e pepe q.b,
  • 1 fetta di pane  semi integrale, io ho usato il mio che faccio da sempre, ( per la ricetta  clicca qui ).

PROCEDIMENTO PER IL MONTADITO : Versate un cucchiaio d’olio extravergine di oliva in una padella, unite la cipolla a fettine e il radicchio, lavato e tagliato a listarelle. Fate appassire il tutto e unite gli straccetti di carne, abbassate il fuoco e lasciate cuocere per una decina di minuti al massimo, mescolando frequentemente, aggiustate di sale e pepe. Poco prima di spegnere il fuoco unite i chicchi di melagrana, mescolate e spegnete il fuoco.Versate gli straccetti sulla fetta di pane e anche il Montadito è pronto!

tapasrossorubinomontadito

Servite Tapa, Pincho e Montadito contemporaneamente e Buon appetito!

tapasrossorubinoevi

 

 

Titolo
recipe image
Nome Ricetta
TAPAS ROSSO RUBINO
Pubblicato il
Tempo Preparazione
Tempo Cottura
Tempo Totale
Print Friendly, PDF & Email
(Visited 193 times, 1 visits today)

Ti potrebbe interessare anche...

13 Commenti
  • Veronica

    17 Ottobre 2016 at 19:27 Rispondi

    Che bello tamara dalle.foto alle pietanze il.risotto.mi fa inpazzire
    I.montaditos te li ruberei subito
    E quelle pepite di polpette sono sublimi
    Il colore del melograno è incantevole bravissima

    • Tamara

      18 Ottobre 2016 at 13:41 Rispondi

      Grazie mille Veronica!

  • Mai

    19 Ottobre 2016 at 0:58 Rispondi

    Complimenti! Non ti sei lasciata intimidire da questa sfida e ne sei uscita con la testa altro che alta!
    E poi ti sei mesa alla prova non soltanto con un tema lontano dalla tua cultura ma anche con un ingrediente come il melograno, che come ci spieghi non avevi mai adoperato, e che se me lo permeti non è tanto facile da declinare in tante proposte, anche io l’o uso ben poco in cucina, ma i succhi di melograno fresco, da bere, sono una sterzata di bontà, salute ed energia!
    La tua idea di legare i tre bocconi (tappa, pinchito e montadito) con il melograno ti ha dato come risultato delle tapas molto eleganti ed invitanti e poi le tue foto lasciano chiaro quanto sei precisa e quanta manualità hai!! Basta guardare le polpette dei pinchos… non so cosa darei per averle adesso qua!!!

    Queste sono delle tappe elegantissime perciò il titolo che gli hai dato non poteva essere più azzeccato … il rubino!!!

    bravissima!

    • Tamara

      19 Ottobre 2016 at 14:43 Rispondi

      Grazie mille Mai! Pensavo di combinare un vero e proprio disastro : mai mangiato Tapas e mai usato il melograno….due esperimenti in uno! ma il risultato è piaciuto molto anche a me! Grazie!

  • Claudia

    19 Ottobre 2016 at 14:04 Rispondi

    Complimenti davvero!! Ottimo fil rouge la melagrana, credo che ti “rubero” qualche ricetta – soprattutto il riso e gli straccetti fanno al caso mio- perchè io uso questo frutto sempre nello stesso modo in cucina, in insalata 😀
    Bravissima!!

    • Tamara

      19 Ottobre 2016 at 14:36 Rispondi

      Grazie mille Claudia!

  • lisa fregosi

    20 Ottobre 2016 at 14:08 Rispondi

    Bellissima presentazione e filo conduttore che adoro!!
    Hai creato delle ricette davvero invitanti, complimenti

    • Tamara

      21 Ottobre 2016 at 15:03 Rispondi

      Grazie mille Lisa!

  • Mapi

    21 Ottobre 2016 at 13:11 Rispondi

    Belle, belle, belle!!!! Tre preparazioni bellissime a vedersi, sfiziose e gustose!
    Stupendo il tuo – è il caso di dirlo – fil rouge, stupenda la tua interpretazione!

    • Tamara

      21 Ottobre 2016 at 15:04 Rispondi

      Mapi grazie mille!!!!

  • alessandra

    25 Ottobre 2016 at 14:48 Rispondi

    Visto cosa succede, a non gettare la spugna?
    Che ti becchi una serie di complimenti, compreso il brava! della sottoscritta 🙂

    • Tamara

      25 Ottobre 2016 at 22:51 Rispondi

      Grazie Ale! Pensavo di aver fatto un “pasticcio”, invece…. 😉 GRAZIE!

  • sabrina fattorini

    29 Ottobre 2016 at 21:26 Rispondi

    Belle queste tapas !!! Meno male che non ti sentivi preparata!!!

Inserisci un commento