BISCOTTI ALLE VISCIOLE

Questo mese L’MTCHALLENGE prevede “battaglie” a colpi di biscotti! Avete capito bene! La Dani e Juri del blog Acqua e Menta vincitori della sfida n.55 hanno proposto I BISCOTTI!

Ma si fa presto a dire “biscotti”, in realtà sono ammessi alle gara più cool del web solo tre tipi di impasto :

  1. le paste frolle tradizionali
  2. le paste sableé
  3. le frolle montate

Sulla spiegazione delle diverse tipologie di impasti non posso che invitarvi a leggere l’articolo di Dany e Juri, che con la precisione che li distingue ci spiegano in maniera perfetta le modalità di prepazione e dosi dei vari tipi di impasto! Io mi sono “buttata” su un impasto di frolla tradizionale, dove si prevede una quantità pari di burro e zucchero e una quantità doppia di farina. Ed anche questo mese, gioco in casa, gioco con la tradizione e con gli ingredienti tipici della mia regione : farina di farro macinata a pietra, con un basso contenuto proteico, perfetta per la pasta frolla, delle visciole cotte al sole della magnifica ditta SI.GI e come aroma la nostra Anisetta Meletti. Per chi non conoscesse questi meravigliosi ingredienti, vi dico subito che le visciole sono delle “ciliegie selvatiche”.  “Pochi sanno che il ciliegio deriva da due specie: il dolce ( Prunus Avium ) e l’acido ( Prunus Cerasus ), di quest’ultima specie fanno parte l’Amarena, la Marasca e la Visciola. Il ciliegio Visciolo è da secoli diffuso nel territorio del Montefeltro, forse portato dagli immigrati dell’est venuti nella nostra zona dopo la famosa peste del 1300 che decimò molta forza lavoro nel zone dei feudi delle Marche. La pianta spontanea si presenta sotto forma quasi arbustosa, le foglie sono piccole a goccia allungata e di colore verde scuro; il frutto si presenta rosso scuro in fase di maturazione anche sulla polpa interna con il nocciolo amaro e ricco di tannino.” Inoltre vi interesserà sapere che noi marchigiani con le visciole facciamo di tutto : dal vino alle confetture ! Questi deliziosi frutti vengono pertanto raccolti molto maturi dalla ditta SI.GI, lavati ed asciugati e chiusi in barattoli di vetro con dello zucchero in base alle dosi che prevedono la ricetta, in questa maniera vengono poi tenuti al sole per circa 40 giorni.  Il risultato? Una prelibatezza che ho deciso di  inserire direttamente nella mia frolla al farro. L’Anisetta Meletti poi ha dato infine quell’aroma unico e inconfondibile che solo questo distillato ha, prodotto oggi come 140 anni fa con alcool e semi di anice. Sarò ripetitiva? Non credo, avete capito ormai che tengo moltissime alle eccellenze del mio territorio, alla sua storia e alle origini di una terra meravigliosa come le mie Marche, pertanto anche questo mese gareggio con un BISCOTTO ALLE VISCIOLE che ha dentro tutto il buono della mia terra!

biscottiviscioleART

BISCOTTI ALLE VISCIOLE

biscottiviscioleCOLLAGE

INGREDIENTI :

  • 250 g di farina di farro macinata a pietra ( io ho utilizzato la farina dell’Antico Molino Santa Chiara),
  • 125 g di burro a temperatura ambiente ( circa 10 / 14 ° C ),
  • 125 g di zucchero a velo,
  • 1 uovo piccolo,
  • 150 g di visciole cotte al sole ( ditta SI.GI )
  • 1 cucchiaio dello sciroppo di conservazione delle stesse visciole,
  • 2 g di sale fino,
  • 1 cucchiaio di Anisetta Meletti,
  • la scorza grattugiata di un’arancia biologica.

biscottiviscioleburroPREP

 

biscottivisciolefarinaPREP

 

PROCEDIMENTO : Impastate a mano o nella planetaria con il gancio a foglia il burro con il sale , la scorza di arancia grattugiata, lo sciroppo di visciole e il cucchiaio di anisetta. Unite poi lo zucchero a velo e l’uovo, continuando ad impastare fino a completo assorbimento. Aggiungete le visciole private del nocciole e fatte a pezzetti e infine  la farina. Impastate fino ad ottenere un impasto omogeneo, formate un panetto e coprite con la pellicola trasparente. Lasciatelo riposare in frigo per circa 10 / 12 ore al fine di stabilizzare l’impasto prima del suo utilizzo . Trascorso il tempo necessario prendete l’impasto e stendetelo nello spessore di mezzo cm circa, ritagliate i biscotti della forma che desiderate .

biscottivisciolePREP

Io ho “forato” leggermente la superficie praticando delle piccolissime pressioni con i rebbi di una forchetta , solo per renderli più “graziosi” nell’aspetto.

biscottiviscioleART1

Ponete i biscotti sulla teglia coperta da carta forno e fate cuocere a forno giò caldo a 180 ° C per circa 20 minuti, o comunque fino a renderli dorati in superficie. Sfornate, fate raffreddare i biscotti su una gratella e servite….magari con una buona tazza di the!

Con questa ricetta partecipo alla SFIDA N.56 dell’ MTChallenge

mtc 56

biscottiviscioleART2

FONTI : Sito web Agricola SI.GI e “La cucina delle Marche” di Petra Carsetti.

 

Print Friendly, PDF & Email
(Visited 915 times, 1 visits today)

Ti potrebbe interessare anche...

Titolo
recipe image
Nome Ricetta
BISCOTTI ALLE VISCIOLE
Pubblicato il
Tempo Preparazione
Tempo Cottura
Tempo Totale
Voto Medio
51star1star1star1star1star Based on 1 Review(s)
11 Commenti
  • Teresa Felicino

    13 Aprile 2016 at 17:29 Rispondi

    Ma che belli che sono ^_^ E poi io adoro le visciole…che qui da me sono introvabili sotto qualunque forma (aaarghhhh!).
    Immagino che buoni debbano essere!!! Davvero bravissima!

    • Tamara

      14 Aprile 2016 at 9:03 Rispondi

      Ciao Teresa!!! Grazie mille! 🙂

  • Mapi

    14 Aprile 2016 at 13:55 Rispondi

    Che splendida idea, usare le visciole per equilibrare i biscotti!!!!
    Visciole da un lato, la rusticità della farina di farro dall’altra… grande prestazione Tamara!!!

    • Tamara

      14 Aprile 2016 at 13:57 Rispondi

      Ma grazie infiniteeeeeee <3

  • Dani

    14 Aprile 2016 at 17:12 Rispondi

    Bravissima Tamara, amo il modo in cui riesci a valorizzare gli ingredienti del tuo territorio. Io le visciole non le trovo più, mi ricordo che erano buonissime, conservate dopo essere state cotte al sole poi devono essere speciali. Bella idea anche quella di usare una farina di farro macinata a pietra, mi piacciono i biscotti un po’ rustici, e sicuramente è perfetta per una colazione sana oltre che golosa.
    Complimenti davvero… e a domani!!!! <3

    • Tamara

      14 Aprile 2016 at 17:49 Rispondi

      Grazie mille tesò!!!! Che bello…finalmente ci si rivede!!! Non vedo l’ora! Bacioni!

  • lisa fregosi

    18 Aprile 2016 at 16:00 Rispondi

    Ho un albero di visciole vicino a casa che ho scoperto da poco… me lo tengo buono e mi scrivo nella to do list delle ricette questi tuoi spettacolari biscotti.
    Bravissima Tamara complimenti

    • Tamara

      18 Aprile 2016 at 16:19 Rispondi

      Grazie mille cara! 🙂

  • alessandra

    23 Aprile 2016 at 11:17 Rispondi

    e qui mi commuovo, Tamara.
    Per l’amore per la tua terra, che traspare da ogni parola, da ogni dettaglio, per l’attenzione con cui hai pensato a questa ricetta, per la delicata ricerca di un’armonia di sapori che parla la lingua del rispetto delle materie prime, del loro territorio e della fatica degli uomini che le hanno rese così uniche. Una prova che arriva al cuore, bravissima!

    • Tamara

      23 Aprile 2016 at 15:55 Rispondi

      Grazie infinite Ale! Come sempre i tuoi commenti mi lasciano senza parole! 🙂

  • Silvia Pasticci

    23 Aprile 2016 at 13:23 Rispondi

    Spettacolo, li voglio tutti!

Inserisci un commento