WEEK END B.WELL AD ABANO TERME – mangiar bene per vivere meglio

Hotel Bristol Buja di Abano Terme, questo nome non mi avrebbe detto nulla se non avessi avuto la grandissima opportunità e fortuna di partecipare ad un evento nato dalla collaborazione dello Chef Claudio Crivellaro, dalla nutrizionista Dr.ssa Maria Teresa Nardi e la supervisione del cardiologo Dott. Gianfranco Buja, un evento che ha visto coinvolto l’ AIFB – Associazione Italiana Food Blogger di cui faccio parte. Un grande progetto voluto fortemente dallo staff dell’Hotel Bristol Buja, un menù B.Well sano e bilanciato che i clienti dell’Hotel possono decidere di scegliere al posto delle classiche portate, un menù dove viene controllato l’apporto calorico con la certezza di mangiar sano ma con tanto tanto gusto! Piatti esclusivi, con materie prime ricercate e di qualità, metodi di cottura alternativi per un menù che mette l’acquolina in bocca solo a vederlo!
Prima di raccontarvi il mio week end in questo posto da sogno, mi sento in dovere di spendere due parole per tutti coloro che ho avuto il piacere di conoscere. Lo chef Claudio Crivellaro, una persona squisita, disponibilissima e di grande professionalità : ci ha permesso più volte di visitare le cucine proprio mentre tutto il personale era al lavoro, si è trattenuto più volte con noi rispondendo con grande competenza a tutte le nostre curiosità. Un grazie anche al più giovane della brigata degli chef, il pasticcere Enrico Magro, un ragazzo giovanissimo e bravissimo, una persona umile con un grande talento che sono certa lo porterà molto lontano. Un grazie di cuore va a tutto il personale dell’Hotel e ai proprietari i Sig.ri Buja, che ci hanno accolto come fossimo in famiglia, un’ ospitalità che mai in nessun Hotel o luogo di villeggiatura avevo mai trovato, persone gentilissime che mi hanno fatto sentire come a casa! Detto ciò, è doveroso raccontarvi che posto meraviglioso è l’Hotel Bristol Buja di Abano Terme.Hotel Terme Bristol Buja - Piscina Termale

Non sapevo che Abano Terme fosse una località così importante , l’unica località dove le terme sono situate all’interno degli Hotel stessi, così come nell’ Hotel Bristol Buja. Al mio arrivo, il venerdì pomeriggio, dopo essermi sistemata in camera, insieme agli altri soci AIFB , siamo stati sottoposti ad una breve visita medica per poter usufruire dei benefici di un fango termale. La sera del nostro arrivo abbiamo cominciato ad assaporare le prime prelibatezze del B.well menù, un aperitivo originale, sano e gradevole : estratto di melone e zenzero, ananas e salvia, arancia e rabarbaro, pomodoro e basilico , finocchio e aneto…uno più buono dell’altro!

aperitivo

Dopo questo tripudio di sapori e colori , ci siamo gustati una meravigliosa cena, piatti raffinati e buonissimi serviti da un personale di sala gentilissimo e cordiale.

Il secondo giorno, il sabato, è stata una giornata dedicata totalmente al benessere e al relax : sveglia molto presto con una colazione non ricchissima, caffè e pane e marmellata, un pane buonissimo realizzato con farine integrali e lievito madre, proprio come piace a me! Mi aspettava il mio primo fango detox, il dottore mi ha consigliato una colazione leggera, pertanto subito dopo io e la mia amica Nunzia del blog Miele di Lavanda, ci siamo recati dalle “fanghine”, signore addette ai fanghi. Per me era la prima volta fare un fango termale, la sensazione dell’argilla quasi bollente è stata una nuova e stranissima sensazione. I benefici dei fanghi sono noti sin dall’antichità, le persone che si rivolgono a questo genere di cure lo fanno per molteplici problemi, i maggiori benefici terapeutici e fisiologici hanno azione analgesica, antinfiammatoria, aiutano il sistema immunitario, stimolano il metabolismo, hanno azione detossinante, purificano la pelle oltre ad essere un grandissimo antistress! E vi sembra poco?!? La sensazione di benessere data dai fanghi termali è davvero qualcosa di meraviglioso, un esperienza che spero di ripetere. Qui di seguito vi mostro il corridoio antistante le camere dove venivano fatti i fanghi.

fanghi

Un massaggio rilassante era d’obbligo, così dopo esserci lavate accuratamente e tolte l’argilla di dosso ci siamo recate nella spa dell’Hotel, un angolo di paradiso, curato nei minimi dettagli con personale altamente qualificato.

spa

Naturalmente, non ci siamo fatte mancare un bel bagno nelle piscine, un luogo dedicato al relax più totale con saune e idromassaggi.

piscina

Nel pomeriggio di sabato abbiamo avuto il piacere di assistere ad un cooking course dello chef Enrico Magro che ha preparato per noi dei meravigliosi cupcake allo zucchero di canna, cocco e gruè con glassa al muscovado : un cupcake sano e golosissimo!

cupcake

Mentre lo chef Magro ci deliziava il palato, la presenza del Cardiologo Buja e della Professoressa Lorenza Caregaro, direttore dell’U.O.C di “Dietetica e Nutrizione Clinica” ci hanno spiegato ed insegnato come un sano stile di vita possa ridurre notevolmente le malattie cardiovascolari. E per sano stile di vita non occorre stravolgere le nostre abitudini, ma semplicemente attenersi a tre fondamentali regole : 1. attenzione all’alimentazione,  2. attività fisica, anche 30 minuti di camminata al giorno sono già sufficienti, 3. non fumare. Poche regole che seguite con costanza ci permettono di vivere bene e meglio!

Al termine di questa interessantissima conferenza, abbiamo potuto gustare un aperitivo preparato con prodotti di eccellenze locali, il vino dell’azienda Cà Lustra Zanovello, la riseria Ferron , la latteria Perenzin e l’olio del frantoio di Cornoleda.

aperitivolocale

Parlare della cena che è seguita a questo aperitivo è riduttivo, qualsiasi aggettivo o parola non sarebbe all’altezza : la brigata di cucina ha creato una cena insuperabile, con piatti del menù B.well e piatti classici assolutamente squisiti, provarli tutti credetemi sarebbe stato impossibile, ma ho fatto un “piccolo sforzo” , se così vogliamo chiamarlo, e ho cercato di assaggiare tutto quello che ho potuto, e credetemi se dovessi consigliarvi qualcosa non saprei proprio farlo, tutti piatti da dieci e lode!

cenabwell

La domenica è stata dedicata alla visita presso l’azienda agricola Cà Lustra Zanovello dei colli euganei, una azienda che si impegna con etico entusiasmo nella vitivinicoltura euganea avendo come unico obiettivo la qualità dei propri prodotti. L’azienda ,condotta da Franco e Marco Zanovello , conta ben 25 ettari di vigneto producendo vini nella più completa sinergia tra rispetto e tradizione, una delle migliori aziende dei colli con relativa certificazione di produzione biologica.

calustra

calustravino

Il mio week end B.well giunge al termine, lasciandomi un bellissimo ricordo di tutti coloro che ho avuto il piacere di conoscere, oltre ad aver arricchito la mia conoscenza su ingredienti e metodi di cottura, un grazie di cuore all’ AIFB e al modo in cui conduce ogni opportunità per noi soci , con infinita attenzione e premura.

fotopiattiFINEART

Print Friendly, PDF & Email
(Visited 144 times, 1 visits today)
Non sono presenti commenti

Inserisci un commento

My Agile Privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.