POLLO FRITTO CON SALSA ALLA BARBABIETOLA

Siamo già a Febbraio, mese del Carnevale e mese del fritto! E per la sfida n. 63 dell’ MTChallenge la proposta non poteva che essere una frittura : il pollo fritto!

Lo scorso mese si è aggiudicata la vittoria la nostra amica Silvia Zanetti con i suoi favolosi macaron, ha vinto “una anche no”, ossia un’amante della cucina, del buon cibo, delle sfide che caratterizzano l’MTChallenge e che partecipa  per condividere la sua passione, senza per forza essere una food blogger!

Da noi si dice che “fritte, sono buone anche le suole delle scarpe!” Ed è proprio vero : nessuno riesce a resistere davanti ad un fritto fatto a regola d’arte!

Importantissimo l’olio con cui friggere, l’ideale sarebbe l’olio di oliva e/o l’olio di arachide, che “sopportano” meglio il calore prodotto in cottura ( punto di fumo), ma proprio per il suo sapore caratteristico l’olio di oliva potrebbe variare il sapore del pollo o comunque ciò che andremo a friggere.

Per la ricetta di oggi mi sono attenuta alle indicazioni di Silvia, utilizzando un olio di semi di mais, leggero che non altera i sapori.

Per la sfida n.63 dell’ MTChallenge di questo mese dovevamo proporre due tipi di pollo fritto : uno con panatura di sola farina, uno con panatura di farina, uova e pangrattato.

Ho deciso di fare il pollo panato solo con farina attenendomi fedelmente alla ricetta di Silvia, mentre per il pollo panato con farina, uovo e pangratto ho modificato la ricetta variando sia gli ingredienti nella marinatura con latticello che per la panatura.

La marinatura nel latticello è un passaggio fondamentale per far si che  le carni restino morbide e fragranti durante la cottura. La marinatura va fatta da un minimo di 4 ore a tutta la notte, a vostra scelta. Per mia comodità ho preparato il latticello la sera prima e messo a marinare le cosce di pollo per tutta la notte.

Come salsa di accompagnamento ho preparato una salsa di barbabietola con feta, cipolla di Tropea e semi di papavero. Una salsa che ho amato molto per il suo sapore dolce e acidulo allo stesso tempo, una salsa che vorrei riproporre in abbinamento a qualche altra ricetta in futuro!

Ma veniamo al nostro pollo fritto, sono sincera nel dire che ho pensato di saltare questo mese , alcune vicende personali mi tengono la testa impegnata da un’altra parte, ma quando ho detto ai bambini, mie personali cavi per ogni nuova ricetta proposta, che questo mese per l’MTChallenge c’era il pollo fritto, capirete bene il loro entusiasmo!

Con questa ricetta partecipo alla sfida n.63 dell’MTChallenge

POLLO FRITTO CON SALSA ALLA BARBABIETOLA

INGREDIENTI PER LA MARINATURA CON LATTICELLO HOME MADE:

  • 1 litro di panna fresca,
  • una decina di bacche di ginepro,
  • 2 cucchiai abbondanti di dragoncello in polvere.

PROCEDIMENTO : Montate la panna nella planetaria o  con le fruste elettriche per almeno 20 minuti, o comunque fino a quando la parte grassa della panna non si separerà dalla parte liquida, il latticello appunto.

Mettete pertanto la parte grassa della panna ( burro ) così ottenuta in un colino a maglia stretta lasciando filtrare il latticello. Il burro così ottenuto sciacquatelo sotto l’acqua corrente, schiacciatelo per bene eliminando l’acqua e riponete in frigo in un contenitore ermetico.

Mentre per il latticello dividetelo in due parti uguali. In una mettete 3 cosce di pollo e riponete in frigo, nell’altra parte aggiungete le bacche di ginepro, il dragoncello e lasciate marinare altre 3 cosce di pollo.

INGREDIENTI PER LA SALSA DI BARBABIETOLA :

  • 200 g di barbabietola cotta,
  • 1/2 cipolla di Tropea,
  • 50 g di feta greca,
  • 1 cucchiaio di semi di papavero,
  • sale e pepe.
  • un cucchiaio di olio extravergine di oliva.

 

PROCEDIMENTO PER LA SALSA : Con un frullatore ad immersione frullate la barbabietola già cotta e fatta a pezzi, mezza cipolla di Tropea, la feta greca e un cucchiaio di olio di oliva, sistemate di sale e pepe e aggiungete un cucchiaio di semi di papavero.

Frullate tutto fino ad ottenere una crema liscia e omogenea e tenete da parte.

 

INGREDIENTI PER IL POLLO con panatura di sola farina : 

  • 3 cosce di pollo già marinate per tutta la notte nel latticello ( con ossa e pelle),
  • 200 g di farina,
  • sale e pepe.
  • 2 litri di olio di mais per friggere.

 

PROCEDIMENTO : Riprendete le cosce di pollo nel latticello e lasciatele scolare su di una gratella per almeno mezz’ora. In una ciotola mescolate la farina, sale e pepe.

Immergete le cosce di pollo nella farina e fate cadere la farina in eccesso. Scaldate circa 2 litri di olio di mais fino a raggiungere la temperatura di circa 180° C ( aiutatevi con un termometro da cucina). Se non avete il termometro basterà controllare buttando un pezzo di pane nell’olio, quando si farà bello dorato l’olio sarà giunto a temperatura.

Immergete quindi le cosce di pollo così infarinate e fatele cuocere per circa 6/8 minuti .

Scolate le cosce di pollo su della carta assorbente per frittura e mantenete nel forno caldo a 120 ° C fino al momento di servirle.

INGREDIENTI PER IL POLLO con panatura di farina, uova e pangrattato :

  • 3 cosce di pollo già marinate per tutta la notte con dragoncello e bacche di ginepro,
  • 3 uova medie,
  • 200 g di farina,
  • 300 g di pangrattato,
  • sale e pepe,
  • 2 cucchiai di curry in polvere,
  • 2 cucchiai di dragoncello in polvere.

 

PROCEDIMENTO : Prendete le 3 cosce lasciate a marinare nel latticello con dragoncello e bacche di ginepro e lasciatele scolare su di una gratella per circa 30 minuti.

Preparate una ciotola con farina, sale e pepe, una ciotola con pangrattato misto a dragoncello e curry, e una terza ciotola con le uova leggermente sbattute.

Pertanto, passate le cosce di pollo prima nella farina, poi nelle uova e infine nel pangrattato.

Io ho fatto una doppia panatura passandole per una seconda volta nelle uova e pangrattato, si avrà così una crosticina più spessa e croccante, che i bambini tanto amano!

Friggete il pollo come indicato prima, scolate su della carta assorbente e tenete al caldo nel forno a 120° C  fino al momento di servirle, naturalmente accompagnandolo con la salsa alla barbabietola!

Titolo
recipe image
Nome Ricetta
POLLO FRITTO
Pubblicato il
Tempo Preparazione
Tempo Cottura
Tempo Totale
Print Friendly, PDF & Email

Ti potrebbe interessare anche...

5 Commenti
  • Anna Laura

    17 febbraio 2017 at 18:36 Rispondi

    Ma che bella quella salsa di barbabietola (che io adoro), ha un colore meraviglioso. Credo che te la copierò molto presto!

    • Tamara

      20 febbraio 2017 at 9:14 Rispondi

      Grazie mille cara!

  • sabrina fattorini

    21 febbraio 2017 at 18:25 Rispondi

    La tua salsa è bellissima! Ma mi è molto piaciuta anche la tua marinatura: deve aver lasciato sulla carne dei sapori meravigliosi. E come il tuo solito foto fantastiche! Passare da te è sempre un piacere. Un abbraccio.

    • Tamara

      22 febbraio 2017 at 15:58 Rispondi

      Ciao carissima! Mi fa molto piacere leggere il tuo commento, grazie, grazie davvero! <3

  • alessandra

    23 febbraio 2017 at 1:26 Rispondi

    la salsa e’ bellissima, anche se col pollo avrei insistito di piu’ su sapori forti, magari eliminando la feta e aggiungendo dell’aglio (ma sono nel regno del “magari”, pure ipotesi”. Con feta, barbabietola e cipolla ci proverei invece degli gnocchi ripieni o dei ravioli: sarebbero un piatto equilibrato, bello da vedere e golosissimo.. e di questo sono assolutamente sicura!

Inserisci un commento