FROLLINO ALLA NOCCIOLA CON NAMELAKA ALLE OLIVE CANDITE E RADICCHIO CARAMELLATO

Amo mischiare gli ingredienti e stravolgere le cose : FROLLINO ALLA NOCCIOLA CON NAMELAKA ALLE OLIVE CANDITE E RADICCHIO CARAMELLATO!

Questa la mia prima proposta per il challenge “IL FIORE D’INVERNO” : protagonisti il Radicchio Rosso di Treviso e il Radicchio Variegato di Castelfranco.

Oggi Vi presento il Radicchio Rosso di Treviso in una veste completamente insolita. Ma non è proprio questo il bello della cucina e della creatività? Conoscere i prodotti, i sapori che li caratterizzano e accostarli ad abbinamenti originali e insoliti. Stravolgere gli schermi dell’ordinario e dare vita a nuove creazioni!

Questo è quello che ho voluto provare : il mio FROLLINO ALLA NOCCIOLA CON NAMELAKA ALLE OLIVE CANDITE E RADICCHIO CARAMELLATO è un omaggio al Radicchio Rosso di Treviso, al suo tipico sapore amarognolo e stravolgere completamente il suo classico uso.

Ho voluto abbinare il Radicchio a degli ingredienti tipici del mio territorio, mescolarli e dare origine a qualcosa di completamente diverso. Ecco perché ho scelto le nostre olive tenere ascolane, ma questa volta le ho scelte candide, che con il loro sapore dolce e pieno danno il giusto contrasto all’amaro del radicchio.

Descrivere il tripudio di sapori che si sprigiona in bocca ad ogni morso del mio dessert non è cosa facile, ma è facile ripetere la ricetta, quindi leggete gli ingredienti di cui avete bisogno e provate anche Voi il mio FROLLINO ALLA NOCCIOLA CON NAMELAKA ALLE OLIVE CANDITE E RADICCHIO CARAMELLATO.

 

FROLLINO ALLA NOCCIOLA CON NAMELAKA ALLE OLIVE CANDITE E RADICCHIO CARAMELLATO

INGREDIENTI PER 4 PORZIONI :

Per la namelaka alle olive:

  • 170 g di cioccolato bianco,
  • 100 ml di latte intero,
  • 2 g di colla di pesce,
  • 200 g di panna fresca liquida,
  • 5 g di glucosio,
  • 10 olive tenere ascolane candide,
  • 2 bacche di pepe lungo del Bengala.

Per il radicchio caramellato:

  • 1 radicchio trevigiano,
  • 70 g di zucchero semolato,
  • 40 g di zucchero di canna,
  • 180 g di acqua.

Per il frollino sable alla nocciola:

  • 100 g di burro freddo,
  • 60 g di zucchero a velo,
  • 25 g di farina di nocciole,
  • 25 g di uova,
  • 8 g di tuorli,
  • 170 g di farina “0” ( con w basso )
  • 2 g di sale.

PREPARAZIONE :

Cominciate dalla namelaka la quale avrà bisogno di riposare in frigo tutta la notte o almeno 10/12 ore.

Mettete in ammollo in acqua fredda i fogli di gelatina. Nel frattempo fate sciogliere nel microonde (o a bagnomaria) il cioccolato bianco facendo molta attenzione a non “bruciarlo”, dovrà sciogliersi lentamente senza mai superare i 50° C.

Portate a bollore il latte e una volta caldo fatevi sciogliere al suo interno il glucosio e i fogli di gelatina ben strizzati.

Riprendete quindi il cioccolato bianco fuso e versatevi sopra il latte caldo, poco alla volta, mescolando con vigore e infine unite la panna fresca liquida a filo, sempre mescolando.

Aggiungete infine il pepe lungo grattandolo come si fa con la noce moscata. Questo tipo di pepe è molto simile al classico pepe nero ma molto più aromatico, si percepiscono sentori che vanno dalla cannella alla vaniglia e si sposa benissimo a questo genere di preparazioni.

Una volta che avrete ottenuto un composto omogeneo e ben amalgamato, coprite con la pellicola alimentare a contatto e riponete in frigo per almeno 10 ore.

Nel frattempo preparate la frolla sable’ alla nocciola.

Impastate il burro freddo con il sale, lo zucchero a velo, unite poi i tuorli e le uova e infine la farina “0” e la farina di nocciole.

Amalgamate bene il composto, formate un panetto, coprite con la pellicola alimentare e fate riposare in frigo per circa 30 minuti.

Riprendete la frolla, ritagliate dei cerchi o fiori della dimensione di circa 10 cm di diametro e adagiateli su una teglia con della carta forno, o ancor meglio su un tappetino microforato lasciandoli cuocere a 170°C per circa 15/20 minuti. Sfornate e fate raffreddare.

Dedicatevi ora al Radicchio Rosso di Treviso, lavatelo e affettatelo finemente.

In un’ampia casseruola versate il radicchio insieme allo zucchero semolato e allo zucchero di canna, mescolate e unite l’acqua.

Accendete il fuoco moderatamente e mescolando lasciate cuocere per circa 45/50 minuti portando a caramellare il radicchio ( controllando la temperatura con un termometro da cucina essa dovrà aggirarsi sui 108° C).

Riprendete la namelaka ormai pronta e aggiungetevi al suo interno le olive tenere ascolane candite, tagliandole a piccoli pezzetti, mescolate vigorosamente e versate la namelaka in una sacca da pasticcere.

Andate ora a comporre il vostro dessert.

Prendete un biscotto alla nocciola, guarnite con la namelaka e con qualche cucchiaino di radicchio caramellato, coprite con un altro biscotto e poi ancora namelaka e una generosa porzione di radicchio caramellato a guarnire il tutto.

Servite e fatevi sorprendere da questo interessante contrasto di sapori.

***Con questa ricetta partecipo al contest “Il Fiore D’Inverno” promosso dal Consorzio di Tutela Radicchio in collaborazione con AIFB.

Print Friendly, PDF & Email
(Visited 159 times, 1 visits today)
Titolo
recipe image
Nome Ricetta
FROLLINO ALLA NOCCIOLA CON NAMELAKA ALLE OLIVE E RADICCHIO CARAMELLATO
Pubblicato il
Tempo Preparazione
Tempo Cottura
Tempo Totale
2 Commenti
  • Paola Sartori

    9 Marzo 2021 at 8:27 Rispondi

    Sono rimasta estasiata, l’idea è stupenda e la voglio assolutamente provare. Speriamo di vederlo presto inserita nel menù di buffet e catering. Bravissima Tamara foto stupende.

    • Tamara

      9 Marzo 2021 at 11:29 Rispondi

      Grazie infinite Paola! Amo giocare con i sapori e stravolgere quelli che sono i suoi usi comuni. Provala…il gusto è davvero sorprendete! Un abbraccio!

Inserisci un commento